Notice: Use of undefined constant HTTP_X_REAL_IP - assumed 'HTTP_X_REAL_IP' in /var/www/abruzzoweb.it/app/controllers/notizie/notizia.php on line 25 AGGRESSIONE OMOFOBA PESCARA: RICONOSCIUTO E DENUNCIATO GIOVANE, PROSEGUONO INDAGINI Abruzzo Web Quotidiano on line per l'Abruzzo. Notizie, politica, sport, attualitá.
  • Abruzzoweb sponsor

AGGRESSIONE OMOFOBA PESCARA: RICONOSCIUTO E DENUNCIATO GIOVANE, PROSEGUONO INDAGINI

Pubblicazione: 04 luglio 2020 alle ore 10:34

PESCARA - Un giovane atletico e prestante, di quasi 21 anni: è lui l'autore del pestaggio omofobo della scorsa settimana sul lungo mare di Pescara.

Dopo alcuni giorni di serrate indagini, i Carabinieri di Pescara sono riusciti a dare un nome all’autore dell’aggressione che, nella tarda serata a cavallo tra il 25 ed il 26 giugno scorso, sul Lungomare Matteotti, con violenti pugni al volto, ha fratturato la mandibola ad un giovane che in quel momento stava passeggiando mano nella mano con un suo coetaneo. 

Una vicenda che ha generato polemiche a livello nazionale, riaccendendo il dibattito sull'omofobia, e con la maggioranza di centrodestra finita nell'occhio del ciclone per non aver approvato un odg dell'opposizione. 

I Carabinieri hanno riscostruito in maniera dettagliata la dinamica dell’aggressione, hanno esaminato i video delle telecamere presenti nella zona, nonché hanno sentito i ragazzi presenti all’evento, in particolar modo quelli che sono assidui frequentatori della zona “Nave di Cascella”, risalendo quindi ad un giovane pescarese poco più che ventenne.

I dettagli forniti dalla vittima e dal ragazzo in sua compagnia, testimone dell’accaduto, sono stati fondamentali per gli inquirenti, i quali, già dopo 48 ore dall’accaduto, avevano indirizzato le proprie indagini su un soggetto in particolare. 

Lo sforzo investigativo, quindi, ha portato ad un riconoscimento pieno dell’aggressore, confermato anche dai testimoni e dalle immagini estrapolate dai sistemi di videosorveglianza. 

Il giovane aggressore non era solo in quel momento, ma in compagnia di altri suoi amici, tra cui una ragazza, pertanto, le risultanze investigative finora raccolte sono state compendiate in un’informativa di reato in base alla quale è stato denunciato in stato di libertà il giovane pescarese con l’accusa di lesioni personali con l’aggravante comune dell’aver agito per motivi abbietti o futili.  

Si intuisce, dunque, che le indagini dei Carabinieri sono tuttora in corso al fine di risalire alla completa identificazione degli altri giovani presenti sulla scena teatro dei fatti. 

Ulteriori particolari verranno rivelati dai carabinieri in una conferenza stampa che si terrà in mattinata.
   



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2020 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui