Notice: Use of undefined constant HTTP_X_REAL_IP - assumed 'HTTP_X_REAL_IP' in /var/www/abruzzoweb.it/app/controllers/notizie/notizia.php on line 25 ALLARME OBESITA': 22,3% DEI BIMBI ABRUZZESI IN SOVRAPPESO, ITALIA DA RECORD IN EUROPA Abruzzo Web Quotidiano on line per l'Abruzzo. Notizie, politica, sport, attualitá.
  • Abruzzoweb sponsor

SECONDO RAPPORTO SULLA MALNUTRIZIONE INFANTILE DELLA ONG HELPCODE: FAMIGLIE DEL CENTRO E DEL SUD CON LIVELLI DI ISTRUZIONE E DI REDDITO PIU' BASSI RISPETTO A MEDIA NAZIONALE, REGISTRANO INCIDENZA MAGGIORE FENOMENO

ALLARME OBESITA': 22,3% DEI BIMBI ABRUZZESI IN SOVRAPPESO, ITALIA DA RECORD IN EUROPA

Pubblicazione: 10 ottobre 2019 alle ore 07:19

L'AQUILA - Un bambino su tre nella fascia 6-9 anni in Italia è sovrappeso o obeso, il tasso maggiore di tutta l'Europa. 

La situazione non è migliore in Abruzzo dove i bambini obesi sono il 10,4% e quelli in sovrappeso il 22,3 per cento, con un eccesso ponderale pari al 32,7 per cento.

È quanto emerge dal secondo rapporto sulla malnutrizione infantile della Ong Helpcode, pubblicato in vista delle Giornate mondiali contro l'obesità del 10 ottobre e dell'alimentazione del 16 ottobre. Secondo il documento sono circa 100mila i bambini obesi o sovrappeso nel nostro Paese, con una prevalenza dei maschi (21%) sulle femmine (14%). 

A livello globale d'altra parte il numero di bambini di età inferiore ai cinque anni obesi o sovrappeso risulta in costante aumento e ha ormai superato quota 40 milioni, 10 milioni in più rispetto al 2000.

Le famiglie del Centro e del Sud d'Italia, con livelli di istruzione e di reddito più bassi rispetto alla media nazionale, registrano un'incidenza maggiore del fenomeno.

La maglia nera va ai bambini campani (oltre il 40% sono sovrappeso e obesi), seguiti dai coetanei di Molise, Calabria, Sicilia, Basilicata e Puglia.

"Le ricerche più recenti ci dicono che è necessario intervenire nei primi tre anni di vita - osserva Mohamad Maghnie, responsabile dell'UOC Clinica Pediatrica dell'Ospedale Gaslini di Genova -. E per farlo dobbiamo conoscere abitudini alimentari e stili di vita dei pazienti a cominciare dalla gravidanza. Ma non basta. Dobbiamo investire nell'educazione alimentare delle famiglie e nella formazione mirata dei medici".

L’istituto Giannina Gaslini di Genova effettua annualmente un monitoraggio dello stato di salute alimentare dei bambini nelle scuole genovesi.

Il bilancio per l’anno 2017/2018 - su un totale di 333 bambini - mostra il dato rilevante di un mantenimento della percentuale di normopeso stabile al 72% rispetto all’anno 2016/2017 e un aumento dell’indice di obesità che passa dal 10 al 15%.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

ASL CHIETI: IN PROVINCIA META' DELLA POPOLAZIONE OBESA O SOVRAPPESO

CHIETI - In provincia di Chieti circa 125mila persone di età compresa tra i 18 e i 69 anni presentano un eccessivo accumulo di grasso corporeo: si tratta del 48% della popolazione, rispetto al 45% del... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui