Notice: Use of undefined constant HTTP_X_REAL_IP - assumed 'HTTP_X_REAL_IP' in /var/www/abruzzoweb.it/app/controllers/notizie/notizia.php on line 25 ARTE E NATURA: UN CUORE TRA LE FAGGETE VETUSTE DEL PARCO D'ABRUZZO Abruzzo Web Quotidiano on line per l'Abruzzo. Notizie, politica, sport, attualitá.

ARTE E NATURA: UN CUORE TRA LE FAGGETE VETUSTE DEL PARCO D'ABRUZZO

Pubblicazione: 01 settembre 2018 alle ore 15:35

di

PESCASSEROLI - "In questa opera ho voluto invitare a riflettere sul nesso profondo che c'è tra radici, rami e tronchi e il nostro sistema circolatorio. Inoltre il cuore è un simbolo di dolcezza, di rispetto e di buon augurio".

Questa in sintesi, per voce dello stesso autore, l'affermato artista e designer Marcantonio Raimondi Malerba, in arte semplicemente Marcantonio, 45enne di Ravenna, uno dei possibili significati dell'opera d'arte contemporanea che è stata oggi presentata alla stampa, anche nazionale, nella sede del Parco nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise di Pescasseroli (L'Aquila), e inaugurata dopo una passeggiata a piedi e con bici a pedalata assistita, lungo il sentiero de "La difesa", nel cuore dell'area protetta.

Un grande cuore in legno, frutto di una visione e di un artificio stilistico, abbarbicato su un albero secco. Rispettoso e discreto,  e che anzi condividerà le sorti di quell'albero e della foresta, stagione dopo stagione.

L'installazione è stata resa possibile grazie alla prima edizione del progetto Arteparco ideato dall’agenzia di comunicazione Paridevitale che lo ha realizzato insieme al Parco nazionale e al Comune di Pescasseroli, e sviluppato in collaborazione con Bmw Italia e Sky Arte, il primo canale televisivo dedicato all’arte in tutte le sue forme.

Presenti in conferenza stampa, oltre all'artista, il presidente del Parco Antonio Carrara, l'assessore comunale di Pescasseroli Attilio Pistilli, il direttore Relazioni istituzionali e comunicazione di Bmw Italia, Roberto Olivi.

E ancora Paride Vitale, titolare dell'omonima agenzia e ideatore di Arteparco, Dino Vannini, marketig manager Sky Arte.

Presenti anche l'associazione albergatori, con il presidente Pietro Roncuzzi, la Pro loco di Pescasseroli, con Assunta Di Girolamo, e Marina Cvetic, titolare della nota cantina Masciarelli, una dei supporter di Arteparco.

"Con questa iniziativa - ha esordito il presidente Carrara - l'arte si relaziona con uno spazio che e già un'opera d'arte, quello del nostro Parco, con le nostre faggete che sono patrimonio mondiale dell'Unesco. Un'opera che si inserisce nel contesto, aggiungendo valore, senza impatto né disturbo. Questo connubio avrà un seguito. Il mondo dei parchi deve confrontarsi con altri mondi, esplorare nuove pissibilità".

"Il Comune non poteva non aderire - ha aggiunto l'assessore Pistilli -, il nostro territorio con vocazione turistica deve caratterizzarsi anche per l'originalità e la creatività".

È la volta dell'ideatore dell'iniziativa, Paride Vitale: "Nella mia vita mi occupo di comunicazione nel mondo nell'arte, ed è per me una grande sfida portare l'arte contemporanea nelle foreste vetuste di questo meraviglioso Parco. Con la natura che non sia una mera cornice, ma protagonista in fusione con l'opera d'arte. Lo straordinario riscontro di questa  prima iniziativa, ci invoglia a lavorare per la prossima edizione".

"I costi sono stati minimi, visto che dalla mia società, all'associazione albergatori, dal Parco agli sponsor, tutti hanno contribuito ognuno per la sua parte", ha poi tenuto a specificare.

Tra gli sponsor dell'iniziativa la Bmw e Olivi ha sottolineato che "l'idea di Arteparco ci è sembrata da subito in sintonia sia con il nostro approccio alla mobilità sostenibile che con il forte legame che da più di 40 anni abbiamo con il mondo della cultura e il design a livello internazionale e nazionale".

Infine Marcantonio aggiunge elementi per la comprensione dell'iniziativa: "Nella mia carriera di designer e artista la natura è sempre stato il soggetto principale. L'arte e nata da amore per la natura. Vince sempre un albero rispetto ad una scultura, ecco perche' si dice a teatro di  non far salire sul palco animali e bambini,  perche poi l'attenzione sarebbe tutta per loro. Il cuore è stato collocato su albero morto. Impensabile fare anche un piccolo intervento su un albero vivo. Sarebbe stata mancanza di rispetto. Uno dei messaggi e che animali e vegetali sono tutti figli della stessa madre, la natura".



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui