Notice: Use of undefined constant HTTP_X_REAL_IP - assumed 'HTTP_X_REAL_IP' in /var/www/abruzzoweb.it/app/controllers/notizie/notizia.php on line 25 BANDIERA UE AMMAINATA: CASO IN EUROPA, PD A FI, ''DA SOSPIRI ATTO GRAVISSIMO'' Abruzzo Web Quotidiano on line per l'Abruzzo. Notizie, politica, sport, attualitá.
  • Abruzzoweb sponsor

LETTERA CAPO DELEGAZIONE DEM A BRUXELLES, BENIFEI, A BERLUSCONI E TAJANI SU PROTESTA PRESIDENTE FORZISTA DEL CONSIGLIO REGIONALE ABRUZZESE: ''CONDANNARE ACCADUTO E SCIOGLIERE DUBBI SU EUROPEISMO''

BANDIERA UE AMMAINATA: CASO IN EUROPA,
PD A FI, ''DA SOSPIRI ATTO GRAVISSIMO''

Pubblicazione: 05 aprile 2020 alle ore 12:06

L’AQUILA - Approda in Europa la clamorosa protesta del presidente del Consiglio regionale abruzzese, il forzista Lorenzo Sospiri che, in occasione della blinbdatissima, a causa del covid, seduta consiliare di mercoledì scorso, ha fatto ammainare la bandiera dell’Ue, posta all’ingresso della sede istituzionale dell’Aquila insieme a quella della Regione e dell’Italia, in segno di protesta contro il comportamento egoista della Comunità in questa emergenza coronavirus. 

E’ il Pd in Europa a chiedere la resa dei conti. 

Il capo delegazione Eurodeputati Pd, Brando Benifei, che fa parte del gruppo dell’Alleanza progressista socialisti e democratici, ha inviato una lettera a Silvio Berlusconi e ad Antonio Tajani, ovvero i due massimi dirigenti di Forza Italia, entrami eurodeputati, sostenendo che “l’atto di Sospiri è gravissimo” e chiedendo a Fi che, come il Pd, in Europa fa parte del Ppi, di condannare il gesto del proprio iscritto.  

“Lorenzo Sospiri, che presiede un importante istituzione - attacca Benifei -, è membro di Forza Italia, il vostro partito, che in Europa aderisce al Partito popolare europeo, principale gruppo al Parlamento europeo che si è sempre professato favorevole a una maggiore integrazione europea. Vi chiediamo di intervenire in merito, condannando l’accaduto e sciogliendo ogni dubbio sugli ideali europeisti che animano Forza Italia e Popolari europei“.

Benifei scrive a Berlusconi e Tajani in quanto già presidente del Consiglio dei ministri e attuale eurodeputato e leder di Forza Italia il primo e già presidente del Parlamento europeo, vice presidente di Forza Italia e del Partito popolare europeo, nonché attuale presidente della commissione Affari costituzionali al Parlamento europeo, il secondo.

“Si tratta di un gesto che non rende giustizia alla storia dei popolari europei - incalza Benifei -, ma soprattutto non rende giustizia nostro comune impegno in Europa in queste ore drammatiche, orientato a superare resistenze ed egoismi degli Stati membri. Come Partito democratico siamo stati i primi a denunciare ritardi e timidezze da parte dell’Unione Europea. Ma la soluzione non è ammainare una bandiera che manifesta il sogno di nazioni che hanno deciso di unirsi per la pace e per la prosperità dei popoli dopo le macerie della seconda guerra mondiale. Al contrario: riusciremo ad affrontare questa crisi solo contribuendo al rafforzamento delle funzioni dell’Unione e alla definizione di un grande piano economico e sociale, ispirato ai principi della solidarietà europea tra popoli”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2020 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui