Notice: Use of undefined constant HTTP_X_REAL_IP - assumed 'HTTP_X_REAL_IP' in /var/www/abruzzoweb.it/app/controllers/notizie/notizia.php on line 25 CENTRO COMMERCIALE MIRO': ASSOCIAZIONI E WWF DOPO SENTENZA TAR, ''VA ABBATTUTO'' Abruzzo Web Quotidiano on line per l'Abruzzo. Notizie, politica, sport, attualitá.
  • Abruzzoweb sponsor

CENTRO COMMERCIALE MIRO': ASSOCIAZIONI E WWF DOPO SENTENZA TAR, ''VA ABBATTUTO''

Pubblicazione: 18 marzo 2019 alle ore 13:12

Progetto Megalò 2

CHIETI - "Ciò che è stato realizzato del cosiddetto nuovo centro commerciale senza autorizzazione va ora abbattuto". 

Lo hanno chiesto a Chieti, in una conferenza stampa congiunta, i rappresentanti di Wwf, la presidente Nicoletta Di Francesco, di Confcommercio, la presidente Marisa Tiberio, di Confesercenti, la presidente Marina De Marco, e Cna, alla luce della sentenza del Tar di Pescara che il 6 marzo scorso ha annullato la Conferenza di Servizi del Comune di Cepagatti (Pescara) sulla cui base erano stati avviati, secondo le associazioni senza titolo legittimo, i lavori per la costruzione del centro commerciale denominato 'Mirò' che insiste sui territori dei Comuni di Cepagatti e Chieti. 

"In base alla normativa - ha sottolineato l'avvocato Francesco Paolo Febbo, legale delle associazioni - mi riferisco al Decreto Legislativo 152/2006, la valutazione di impatto ambientale costituisce presupposto o parte integrante del procedimento di autorizzazione, in assenza del quale è previsto che l'autorità competente possa disporre demolizione e ripristino dello stato dei luoghi e della situazione ambientale a cura e spese del responsabile. L'abbattimento sarebbe un atto significativo per il ripristino della legalità".

Secondo Febbo si aprono anche altri profili: "Valuteremo se è necessario promuovere un atto di impulso verso l'autorità penale e contabile". Per quanto riguarda quest'ultimo aspetto il riferimento è alle spese sostenute per la Conferenza dei servizi.

"Sulla base della sentenza le opere realizzate sono da considerare abusive e l'autorità competente alla demolizione sono i Comuni di Chieti e di Cepagatti - ha aggiunto l'avvocato - Quella sentenza è valida ed efficace e deve essere rispettata. Si è trattato di una conferenza dei servizi che a tutti i costi ha voluto volturare e prorogare di efficacia i titoli autorizzativi". 

Secondo le associazioni "le incongruenze accumulate in questi anni, evidenziate grazie al certosino lavoro svolto da Wwf e associazioni di categoria, insieme alla scelta sbagliata di costruire a ridosso del fiume, dovevano inevitabilmente portare a una bocciatura - hanno commentato gli esponenti delle associazioni - Persino sull'argine ci sono stati problemi enormi: prima è stato realizzato in maniera difforme dal progetto ed è assurdo che il centro commerciale esistente sia rimasto aperto per anni con una protezione idraulica che oggi sappiamo inadeguata. Poi è stato integrato con un sistema a parancole realizzato senza preventiva autorizzazione del Genio Civile, benché l'opera sia in zona sismica. A questo punto, la politica intervenga, correggendo gli errori del passato e chiudendo le porte per sempre a interventi che sono, ripetiamo, dannosi per l'ambiente e l'economia del territorio". 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui