Notice: Use of undefined constant HTTP_X_REAL_IP - assumed 'HTTP_X_REAL_IP' in /var/www/abruzzoweb.it/app/controllers/notizie/notizia.php on line 25 CONFINDUSTRIA L'AQUILA: L'ADDIO DI FRACASSI, ''FATTO MOLTO, ORA FUSIONE CON TERAMO'' Abruzzo Web Quotidiano on line per l'Abruzzo. Notizie, politica, sport, attualitá.

PRESIDENTE PER DUE MANDATI LASCIA IL TESTIMONE A PODDA, LA CUI NOMINA SARA' RATIFICATA DOMANI DALL'ASSEMBLEA DEI SOCI

CONFINDUSTRIA L'AQUILA: L'ADDIO DI FRACASSI, ''FATTO MOLTO, ORA FUSIONE CON TERAMO''

Pubblicazione: 30 gennaio 2019 alle ore 14:27

L'AQUILA - "Lascio un'associazione solida e patrimonializzata, un modello per l’intero Abruzzo. Ora l'obiettivo principale è  la fusione con la Confindustria di Teramo, un passaggio obbligato in un momento in cui la nostra associazione, a livello nazionale, deve fare massa critica". 

E' uno dei passaggi salienti del discorso di addio di Marco Fracassi, presidente per due mandati della Confindustria dell'Aquila, non più rieleggibile, e che domani passerà il testimone a Riccardo Podda, responsabile risorse umane di Thales Alenia Space dell’Aquila, vicino a Fracassi, presidente designato dal cda,  e che sarà ratificato dall'assemblea dei soci.

Organismo che rappresenta oltre  200 aziende e 10 mila i lavoratori dipendenti. 

A creare forti fibrillazioni, dopo la designazione di Podda, la mancanza del numero legale  nella riunione del consiglio direttivo del 27 gennaio, che doveva dare l'ok, alla terna di vice presidenti composta da Filippo Angelini, di Poste Italiane, Pasquale Angelucci, di Enel, e Alberto Monfredini, imprenditore di Avezzano, proposti da Podda.

Scelta che qualcuno aveva contestato perché tutti e tre espressione della maggioranza. Impasse superata il giorno dopo con una seconda riunione dove la terna ha avuto il via libera a larghissima maggioranza. 

Fracassi, amministratore unico della Fama Plast Srl società operante nel settore del packaging, affiancato dal direttore generale Francesco De Bartolomeis, ha snocciolato i risultati ottenuti in questi anni, come "i tanti progetti di formazione, in particolare sulla digitalizzazione, i progetti di internazionalizzazione delle imprese, e sul fronte fortemente strategico dell’industria 4.0".

Fracassi ha rivendicato poi le misure per "favorire l’accesso al credito delle piccole e medie imprese, e per la fornitura ottimale e di qualità dell'energia, grazie  all'accordo quadro con Enel distribuzione".

E ha infine, come ovvio, toccato il tema cruciale della fusione con i cugini di Teramo. Più volte rimandata, e poi che ha avuto l'ok a metà novembre. Il duo Podda-Fracassi è strenuo sostenitore della fusione. Quello che fino a pochi giorni fa è stato il competitor di Podda nella corsa alla presidenza, Fabrizio Famà, direttore Risorse umane e Affari generali di LFoundry, è invece più tiepido davanti all'ipotesi della fusione, come parte del mondo industriale aquilano, che teme di perdere centralità e autonomia decisionale, a vantaggio dei cugini teramani.

"Su questo obiettivo - ha ricordato però Fracassi - siamo  uniti e compatti: basta riordare che l’assemblea del 19 novembre scorso,  il  75 per cento dei votanti ha detto sì  alla fusione. Come è ovvio che sia, Teramo e L'Aquila da sole conterebbero davvero poco, nei nuovi scenari di competitività e progettualità".



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui