Notice: Use of undefined constant HTTP_X_REAL_IP - assumed 'HTTP_X_REAL_IP' in /var/www/abruzzoweb.it/app/controllers/notizie/notizia.php on line 25 ENERGIE PER L'ITALIA: ARQUILLA, PIATTAFORMA MILANO DA ADOTTARE ANCHE IN ABRUZZO Abruzzo Web Quotidiano on line per l'Abruzzo. Notizie, politica, sport, attualitá.
  • Abruzzoweb sponsor

ENERGIE PER L'ITALIA: ARQUILLA, PIATTAFORMA MILANO DA ADOTTARE ANCHE IN ABRUZZO

Pubblicazione: 14 aprile 2019 alle ore 16:57

Paolo Arquilla

L'AQUILA - Il comitato Abruzzo di Energie per l’Italia presieduto dal coordinatore regionale Paolo Arquilla, annuncia la nascita a Milano di Piattaforma Milano grazie a Stefano Parisi, un modello da adottare e attivare anche in Abruzzo.

Il 1 aprile a Milano è rinata l’area liberale e popolare. 5.000 persone hanno eletto il coordinamento di Piattaforma Milano. Cinque liste di movimenti politici e comunità si sono presentate per dare una legittimazione popolare a tutta quell’area centrale della politica milanese.

È stato eletto un coordinamento di 14 componenti ed un portavoce nella persona di Carmelo Ferraro.

"Grazie a Stefano Parisi leader di Energie per l’Italia, per aver voluto questo voto democratico - affera Arquilla in una nota - . Abbiamo dato legittimità alla nostra iniziativa politica. Ora c’è tanto da lavorare per portare al governo del nostro paese i liberali e popolari. E per far ciò dobbiamo risvegliare le coscienze di tutti gli italiani, siamo partiti da Milano ma dobbiamo ovunque promuovere queste iniziative".

"È certamente immorale che lo Stato non sappia fare bene i propri conti per poi prendersela con Bruxelles. Dice Massimo Castaldo del M5S, vice Presidente del Parlamento Europeo: 'I vincoli di bilancio imposti dalla UE hanno impedito investimenti pubblici per 5,3 miliardi dal 2012 a oggi. Vogliamo liberare queste risorse'. Nello stesso giorno Juncker ha sostenuto che negli ultimi 5 anni l’italia ha ricevuto da Bruxelles ben 130 miliardi, molti dei quali non utilizzati per 'incapacità tecnica'. Più che 'liberare risorse' (che non ci sono, se è vero che il disavanzo pubblico annuo sta superando i 30 miliardi e che i debiti non ancora contabilizzati sono oltre 30 miliardi), l’Italia si dovrebbe liberare di politici e burocrati incapaci di ben gestire le risorse umane e finanziarie".

"Se questa incapacità tecnica fosse prevalente anche nel settore privato dell’economia, saremmo già falliti da tempo. Siamo invece ancora in piedi per una straordinaria capacità di resistenza delle Piccole e medie Imprese. Ma è una resistenza che non potrà durare a lungo, se continuiamo a credere alle false promesse di chi ci governa, oggi votati da meno della metà degli elettori, se si calcolano anche le schede bianche e le schede annullate".

"E giunto il momento che i liberali, cattolici e popolari e aggiungiamo razionali trovino la forza per organizzarsi come si è fatto a Milano, per creare finalmente un nuovo rassemblement politico che dia voce alle migliaia di italiani che vogliono veramente che la politica sia veramente al servizio della comunità, che si ispiri a quel un patrimonio di idee di statisti come Sturzo, De Gasperi ed Enaudi", conclude Arquilla.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui