Notice: Use of undefined constant HTTP_X_REAL_IP - assumed 'HTTP_X_REAL_IP' in /var/www/abruzzoweb.it/app/controllers/notizie/notizia.php on line 25 INCHIESTA BIS RIGOPIANO: FUNZIONARIA PREFETTURA, NON SO NULLA DEL DEPISTAGGIO Abruzzo Web Quotidiano on line per l'Abruzzo. Notizie, politica, sport, attualitá.
  • Abruzzoweb sponsor

INCHIESTA BIS RIGOPIANO: FUNZIONARIA PREFETTURA, NON SO NULLA DEL DEPISTAGGIO

Pubblicazione: 17 gennaio 2019 alle ore 13:40

Il tribunale di Pescara

PESCARA - Ha risposto alle domande del Pm Andrea Papalia, affermando di non sapere nulla in merito alle contestazioni relative alle accuse di depistaggio e frode processuale, la funzionaria della Prefettura di Pescara, Daniela Acquaviva, indagata nell'inchiesta bis della Procura sulla tragedia dell'hotel Rigopiano.

Domani il secondo anniversario della tragedia con 29 morti e 11 sopravvissuti.

"Riteniamo di avere chiarito - hanno detto i legali dell'indagata, Giacomo Di Francesco e Manuel Sciolè - che la nostra assistita è del tutto estranea ai fatti".

Acquaviva è stata interrogata per oltre un'ora dal pm, coadiuvato dai carabinieri forestali.

È stata la prima ad essere ascoltata oggi in Procura a Pescara. Dopo di lei è stata ascoltati i due viceprefetti Salvatore Angieri e Sergio Mazzia, e i dirigenti della prefettura Giancarlo Verzella e Giulia Pontrandolfo.

"Il dottor Mazzia ha chiarito la sua posizione, è venuto da Foggia quando i fatti erano già avvenuti, è rimasto due settimane ed essendo un esperto di protezione civile è venuto per dare una mano. Non aveva rapporti con nessuno e dunque non aveva alcuna ragione per coprire qualcosa o qualcuno". Ha dichiarato l'avvocato Gianluca Ursitti al termine del l'interrogatorio del suo assistito, il vice prefetto Mazzia. "Ha spiegato tutto - ha aggiunto l'avvocato - nel corso di un interrogatorio corretto, e ora è fiducioso che in breve tempo la cosa potrà chiarirsi".

Assenti l'ex prefetto Francesco Provolo e la dirigente Ida De Cesaris.

L'accusa, per i sette indagati, è di avere occultato il brogliaccio delle segnalazioni del giorno 18 gennaio alla Mobile di Pescara per nascondere la telefonata effettuata dal cameriere Gabriele D'Angelo, che prima della valanga chiese aiuto al Centro coordinamento soccorsi della Prefettura.

Acquaviva, nei mesi passati, balzò alle cronache per la telefonata nella quale proferì la frase "la mamma degli imbecilli è sempre incinta", rispondendo ad un carabiniere che le riferì delle prime richieste d'aiuto relative al disastro del resort.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

RIGOPIANO: DIFESA VICE PREFETTO, ''NESSUN MOTIVO PER COPRIRE''

PESCARA - "Il dottor Mazzia ha chiarito la sua posizione, è venuto da Foggia quando i fatti erano già avvenuti, è rimasto due settimane ed essendo un esperto di protezione civile è venuto per dare una... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui