Notice: Use of undefined constant HTTP_X_REAL_IP - assumed 'HTTP_X_REAL_IP' in /var/www/abruzzoweb.it/app/controllers/notizie/notizia.php on line 25 MALATI PSICHICI: PETTINARI, ''IN ABRUZZO GIRONE DELL'INFERNO'' Abruzzo Web Quotidiano on line per l'Abruzzo. Notizie, politica, sport, attualitá.
  • Abruzzoweb sponsor

MALATI PSICHICI: PETTINARI, ''IN ABRUZZO GIRONE DELL'INFERNO''

Pubblicazione: 10 dicembre 2019 alle ore 18:10

L'AQUILA - "Per amministrare ci vuole il coraggio di prendere delle decisioni".

E’ lapidario il vice presidente del Consiglio regionale Domenico Pettinari rivolgendosi all’assessore Nicoletta Verì nel corso interpellanza sul Riordino della rete di residenzialità psichiatrica, che si è discussa oggi in Consiglio regionale.

“In Abruzzo abbiamo posti letto per pazienti psichiatrici in base al numero di abitanti - osserva Pettinari - Ma le strutture sono piene poiché è venuto a mancare quel riordino, più volte esplicitato attraverso decreti del commissario ad acta o delibere di Giunta, che doveva avvenire in tempi certi e che invece aspetta da anni di essere attuato. Il risultato è che oggi le strutture per la cura della salute mentale della Regione Abruzzo sono ancora in attesa di riordino".

"Un ritardo che pesa molto sulla vita dei pazienti, in particolare per tutti quei malati che hanno patologie classificate 'non gravi' e che, per mancanza di strutture appropriate al recupero e alla cura, non sanno dove recarsi per essere aiutati. Oggi nel campo della salute psichica tutti i pazienti, senza distinzione di 'gravità' e valutazione del singolo caso , sono inseriti in strutture non adeguate aggravando, in molti, casi lo stato mentale del soggetto".

"Niente è più controproducente di una terapia sbagliata o addirittura impropria. Ad oggi - aggiunge Pettinari - non è dato sapere a che punto ci troviamo con questo riordino, anzi l’ Assessore in Consiglio ci spiega che starebbero aspettando che siano le strutture stesse a proporsi per essere riconvertite in complessi appropriati".

"Una risposta assurda poiché dovrebbe essere compito della Regione decidere e far sì che chi si occupa di questo settore, per avere una contrattualizzazione e successiva convenzione con la Regione Abruzzo, si adegui alle necessità dei cittadini e non viceversa. Se nessuno si propone, come mai faranno a mio avviso per motivi economici, cosa facciamo? Lasciamo pazienti allo sbando? Si obblighino le strutture convenzionate a riconvertire alcuni reparti per la cura di queste patologie o si levi loro la convenzione”, conclude Pettinari.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2020 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui