Notice: Use of undefined constant HTTP_X_REAL_IP - assumed 'HTTP_X_REAL_IP' in /var/www/abruzzoweb.it/app/controllers/notizie/notizia.php on line 25 MALTEMPO VENETO: DIPENDENTE ASL ABRUZZO, ''VI FAREI MARCIRE CON VOSTRE FORESTE'', LE SCUSE Abruzzo Web Quotidiano on line per l'Abruzzo. Notizie, politica, sport, attualitá.

MALTEMPO VENETO: DIPENDENTE ASL ABRUZZO, ''VI FAREI MARCIRE CON VOSTRE FORESTE'', LE SCUSE

Pubblicazione: 07 novembre 2018 alle ore 16:59

VENEZIA - "Esprimo la più totale riprovazione personale, civile e istituzionale per le inaccettabili frasi comparse su un profilo social da parte di una persona, deduco, moralmente deplorevole". 

Inizia con queste parole la lettera che il presidente del Consiglio regionale d'Abruzzo, Giuseppe Di Pangrazio, ha inviato oggi a Roberto Ciambetti, presidente del Consiglio del Veneto, sul caso di un post pubblicato da un dipendente dell'Ulss abruzzese che, ricordando il processo autonomista veneto, concludeva dicendo "se fosse per me vi farei marcire insieme al legno delle vostre foreste". 

"Ho verificato attentamente - prosegue la missiva, riportata da Ciambetti - e continuo a seguire costantemente l'accaduto. Ti assicuro che, per quanto di Sua competenza, il Direttore dell'Azienda Sanitaria della provincia dell'Aquila ha già avviato gli idonei procedimenti disciplinari, al fine di sanzionare con assoluta severità un comportamento inqualificabile da parte del dipendente, lesivo dell'immagine dell'Azienda stessa e dell'intera Regione Abruzzo". 

"Il presidente Di Pangrazio mi ha scritto presentando le sue scuse sincere - commenta Ciambetti - ma non c'era bisogno: nessuno ha messo in dubbio la solidarietà e vicinanza degli abruzzesi ai veneti colpiti dal maltempo. Dietro a certe manifestazioni di aperto risentimento, c'è purtroppo molta ignoranza e tanta superficialità. Umberto Eco aveva già inquadrato il problema: 'I social media danno diritto di parola a legioni di imbecilli che prima parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la collettività'. Le belle parole che il presidente Di Pangrazio ci ha riservato, dimostrano invece che è possibile, ancora, tacitare immediatamente chi, forse senza nemmeno capire quanto danno sta arrecando innanzitutto ai propri concittadini, parla a dir poco sopra la righe con frasi giustamente bollate da Di Pangrazio come inaccettabili. Da parte mia, ringrazio il presidente del Consiglio regionale d'Abruzzo per quanto ci ha scritto, a testimonianza di una stima autentica" .



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui