Notice: Use of undefined constant HTTP_X_REAL_IP - assumed 'HTTP_X_REAL_IP' in /var/www/abruzzoweb.it/app/controllers/notizie/notizia.php on line 25 MANGIARSANO: IL GRASSO DELLE FESTE NON VA VIA? ECCO I CONSIGLI DELL'ESPERTO PER DIMAGRIRE Abruzzo Web Quotidiano on line per l'Abruzzo. Notizie, politica, sport, attualitá.
  • Abruzzoweb sponsor

MANGIARSANO: IL GRASSO DELLE FESTE NON VA VIA?
ECCO I CONSIGLI DELL'ESPERTO PER DIMAGRIRE

Pubblicazione: 29 gennaio 2015 alle ore 16:36

di

PESCARA - Se ancora non vi siete alzati dal tavolo delle feste a distanza di un mesetto o giù di lì, se avete ancora a che fare con il peso accumulato in quei giorni di panettoni, torroni e altro cibo in quantità, ecco i consigli del dottor Daniele Percossi per la rubrica di AbruzzoWeb "Mangiarsano".

Anche quest'anno, come ogni anno, avrete letto con tanti buoni propositi il mio articolo con le dritte pre natalizie per non fare eccessivi danni.

Ma come ogni anno i buoni propositi sono svaniti di fronte a cotanta abbondanza.

Come non capirvi. Anche il sottoscritto a Natale qualche stravizio se lo concede sempre. E sinceramente non ci vedo niente di male, anzi. Mi preoccuperei del contrario.

Eccomi qui, quindi, come ogni anno, ad accingermi a scrivervi come impostare un piano di rientro nei vostri jeans.

Prima ancora di pensare a cosa mangiare dovete preoccuparvi di ritagliare parte del vostro tempo nell'arco della settimana da dedicare ad un'attività sportiva.

Da sempre consiglio di fare allenamenti anaerobici e aerobici separati fra di loro.

Se proprio non avete tempo potete unire le due componenti facendo prima la parte anaerobica (es. pesi, nuoto) e poi quella aerobica (camminata, corsa, bici, eccetera.).

Meglio ancora sarebbe dedicarsi ad un vero e proprio sport come il tennis, calcetto, balli latini americani, ovvero un qualcosa che potrebbe diventare per voi una vera e propria passione.

Per chi non ha tempo o voglia o semplicemente non è più giovanissimo, va benissimo anche un'oretta di camminata al giorno.

Insisto sempre con i miei pazienti perchè facciano attività sportiva in quanto un dimagrimento senza movimento è quasi sempre un fallimento estetico. Sarete meno pesanti sulla bilancia, rientrerete nei vostri jeans ma allo specchio vi vedrete mollicci.

Dal punto di vista dell'alimentazione non dovete far altro che affidarvi alla classica dieta italiana, ovvero quella mediterranea.

Diffidate come la peste dalle diete iperproteiche, da chi vi propina farmaci, integratori dietetici e test delle intolleranze alimentari stravaganti. 

Non portano a niente di buono ma sono una perdita di tempo, di soldi e spesso anche danni alla salute.

L'inganno delle diete iperproteiche sta nella omissione da parte di chi ve le propina, non tutti, nel dirvi che la perdita di peso non è soltanto a carico del grasso ma anche del muscolo.

Se scendete più di 4 kg al mese gran parte della vostra perdita di peso sarà a carico della muscolatura. La maggior parte del dispendio energetico del nostro organismo dipende proprio dal comparto muscolare. Ecco perchè facendo una dieta del genere si abbasserà drasticamente il metabolismo basale e si riprenderanno i chilogrammi persi, con gli interessi, non appena si riprenderà a mangiare “normale”.

Ripartite, quindi, le vostre calorie giornaliere in 5 pasti. Il nostro organismo consuma calorie per la digestione e la veicolazione dei nutrienti nel corpo. Ecco perchè è meglio ripartirle in tanti piccoli pasti. Così che parte delle calorie ingerite sono paradossalmente bruciate per la digestione stessa.

Altro vantaggio è il mantenimento della glicemia stabile nel sangue che non ci farà avere picchi glicemici con conseguente ingrassamento ma ci manterrà sempre sazi ed efficienti.

Cominciate la giornata con una sana colazione che preveda sempre un latticino magro accompagnato da una porzione di carboidrati.

La mattina, volendo, potrete concedervi anche un dolcetto.

Ci sono, infatti, due momenti della giornata dove gli zuccheri semplici non fanno ingrassare e sono: la mattina appena svegli e dopo l'allenamento.

In entrambi i casi siamo in ipoglicemia e gli zuccheri ingeriti non faranno altro che riportare la glicemia nei valori di norma.

A pranzo e cena abbinate sempre una porzione di carboidrati come la pasta, il riso, il pane integrale, le patate ad una porzione di proteine magre.

Non fate il solito errore tipico dell'italiano che mangia il piattone di pasta e la frutta a pranzo e la carne a cena.

I pasti devono sempre essere completi con carboidrati, proteine, grassi di qualità e fibre. La presenza delle fibre e delle proteine rallenta, infatti, di molto l'assorbimento degli zuccheri donando una lunga sazietà e l'abbassamento dell'indice glicemico dell'intero pasto. Affermo sempre che la pasta non fa ingrassare se non la si mangia da sola.

Ultimo accorgimento, non dimenticatevi degli spuntini. Frutta e yogurt magri sono sicuramente i più indicati.

Non mi resta che augurarvi una buona dieta e un buon anno!!

*Biologo Nutrizionista

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui