Notice: Use of undefined constant HTTP_X_REAL_IP - assumed 'HTTP_X_REAL_IP' in /var/www/abruzzoweb.it/app/controllers/notizie/notizia.php on line 25 MEDICI, INFERMIERI, PERSONALE SANITARIO E OSS, UIL: ''ORA RICONOSCIMENTO ECONOMICO'' Abruzzo Web Quotidiano on line per l'Abruzzo. Notizie, politica, sport, attualitá.
  • Abruzzoweb sponsor

MEDICI, INFERMIERI, PERSONALE SANITARIO E OSS, UIL: ''ORA RICONOSCIMENTO ECONOMICO''

Pubblicazione: 01 aprile 2020 alle ore 13:06

L'AQUILA  – Non basta più una pur doverosa gratificazione morale: per medici, infermieri, personale sanitario e oss è l’ora di un riconoscimento economico e contrattuale significativo e reale. 

È quanto chiede Giuseppe De Angelis, segretario regionale Uil Fpl, rivolgendosi all’opinione pubblica e alla Regione Abruzzo nei giorni in cui l’emergenza coronavirus ha fatto emergere il valore della sanità italiana in generale, e abruzzese in particolare, ma anche limiti che negli anni hanno penalizzato chi, oggi, si trova a dover gestire l’emergenza nelle corsie degli ospedali della nostra regione.

“Si è detto da più parti – commenta De Angelis – che siamo in guerra: ed è proprio vero. Ma in guerra i militari inviati in missione possono contare su un significativo riconoscimento economico per il loro coinvolgimento. Questo, invece, non sta accadendo per i “militari” di questa guerra: medici, infermieri, personale sanitario e oss che, pur elogiati pubblicamente, troppo spesso si vedono costretti addirittura a doversi difendere da denunce e calunnie, aggiungendo difficoltà a difficoltà in questo difficile momento dove loro stanno dando il meglio di sé. Come segretario della Uil Fpl, invece, sono dell’avviso che è proprio questo il momento per invertire la rotta, passando da questi elogi ad un riconoscimento economico serio. È quanto sta avvenendo in altre regioni, come ad esempio il Piemonte e Veneto, dove gli assessori alla Sanità sono riusciti a trovare nelle pieghe dei rispettivi bilanci risorse da destinare proprio al personale sanitario. Se è stato possibile altrove, chiediamo dunque alla Regione Abruzzo, nelle persone del presidente Marco Marsilio e dell’assessore alla Sanità Nicoletta Verì di cercare risorse da poter destinare a medici, infermieri, personale sanitario e oss impegnati nell’emergenza. Il nostro timore – conclude De Angelis – è che passato questo momento, tutto torni nel dimenticatoio. E assisteremo ad uno scenario triste: un esercito sfinito e, per di più deluso, perché abbandonato a se stesso nella guerra più difficile e impegnativa che abbiamo conosciuto dopo i conflitti mondiali”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2020 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui