Notice: Use of undefined constant HTTP_X_REAL_IP - assumed 'HTTP_X_REAL_IP' in /var/www/abruzzoweb.it/app/controllers/notizie/notizia.php on line 25 PD AVEZZANO: ''CHE FINE HA FATTO LA NUOVA COPPIA DI TRENI PER PESCARA? Abruzzo Web Quotidiano on line per l'Abruzzo. Notizie, politica, sport, attualitá.
  • Abruzzoweb sponsor

PD AVEZZANO: ''CHE FINE HA FATTO LA NUOVA COPPIA DI TRENI PER PESCARA?

Pubblicazione: 03 aprile 2019 alle ore 11:43

AVEZZANO - "Che fine ha fatto la nuova coppia di treni Avezzano-Pescara?" è questo quello che si chiede il Pd di Avezzano (L'Aquila) in una nota a firma dei segretari Giovanni Ceglie ed Aurelio Cambise.

"Sono passati  più di tre mesi dalla richiesta della Regione Abruzzo a Trenitalia di introdurre una nuova coppia di treni nella tratta Avezzano - Pescara e viceversa (La mattina da Avezzano alle ore 09, 20 con cambio a Sulmona e la sera da Pescara alle ore 19:16 con cambio a Sulmona) ed ora, con la nuova Giunta Regionale, non vorremmo che si  verificasse una amnesia permanente", si legge nella nota.

"Non vogliamo assolutamente che le nostre aree interne vengano isolate dalla costa adriatica e mortificate in questo modo. Non si capisce perché treni, che in passato ci sono sempre stati, siano stati eliminati fino al punto di dover viaggiare soltanto con vettori privati su gomma in autostrada", continua la nota.

Per i due segretari del Pd, "questi servizi vanno bene, ma non possono sostituirsi in toto a quelli ferroviari; sono soltanto complementari ,anche perché occorrono prenotazioni e si va incontro a  disagi vari per poterli rincorrere, col rischio che non si possa viaggiare, quando i posti siano  esauriti. E non si dica che non ci sono utenti, perché Trenitalia ha pubblicato delle statistiche che dichiarano l’aumento dei viaggiatori, nonostante i tagli effettuati. Urgono, invece, lavori di manutenzione e di ammodernamento continui  sulla tratta ferrovia Pescara-Roma, rimasta indietro di decenni e decenni".

"Da ultimo, l’Abruzzo, ed in modo particolare la Marsica, hanno bisogno di una Zes funzionale.  Civitavecchia è un porto della rete transeuropea dei trasporti e la Zes Abruzzo può collegarsi con essa  perfettamente. La Zes, nella trasversalità, favorisce lo sviluppo del traffico delle  merci, e anche delle persone, tra i due mari (Tirreno e Adriatico) e la penisola Iberica da una parte e i Paesi Balcanici dall’altra".

Da qui secondo i due segretari, "la necessità dell’accorpamento dei porti di Pescara, Ortona e Vasto al porto di Civitavecchia. L’interporto di Manoppello e l’autoporto di Avezzano sono collegati con la ferrovia e potrebbero finalmente servire per l’uso appropriato di cui stiamo parlando".

"Solo in questa prospettiva - conclude la nota - possiamo sperare che le nostre aree interne possano riaversi dall’abbandono e dalla mortificazione in cui sono cadute a causa dei continui tagli e talvolta dell’eliminazione indiscriminata dei servizi, anche fondamentali".



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui