Notice: Use of undefined constant HTTP_X_REAL_IP - assumed 'HTTP_X_REAL_IP' in /var/www/abruzzoweb.it/app/controllers/notizie/notizia.php on line 25 PECORE E FUTURO: IL SOGNO DI FAR RINASCERE L'AZIENDA SAN MARCO DI CASTEL DEL MONTE Abruzzo Web Quotidiano on line per l'Abruzzo. Notizie, politica, sport, attualitá.
  • Abruzzoweb sponsor

NELLA STORICA STRUTTURA, ORA DISMESSA, DOPO INAUGURAZIONE MUSEO TRANSUMANZA, IL PROGETTO DI REALIZZARE POLO AGROLIMENTARE

PECORE E FUTURO: IL SOGNO DI FAR RINASCERE L'AZIENDA SAN MARCO DI CASTEL DEL MONTE

Pubblicazione: 11 agosto 2019 alle ore 07:27

di

LAQUILA  - "Di pastorizia si può vivere,  noi ne siamo la prova vivente, ma occorre restare al passo con i tempi, avere tanta forza per superare le difficoltà, che riguardano il nostro settore".

Nelle parole di Giulio Petronio, pastore  e talentuoso produttore di formaggi di Castel del Monte, nelle terre della Baronia sul Gran Sasso aquilano, c’è già tutto il sogno coltivato da tanti cittadini di queste terre alte.

Far rinascere, rinnovata nella sue funzioni, la gloriosa Azienda San Marco, gestita a partire dagli anni '70 dal corpo Forestale dello Stato, dove si allevavano e selezionano le razze ovine in via di estinzione.

Enorme struttura poi chiusa e abbandonata, e che con un pò di asimoviana fantasia ricorda un’astronave atterrata chissà da dove nel cuore della valle incantata tra il vertiginoso maniero di Rocca Calascio, un'area archeologica vestina, e Castel Del Monte, che fu gloriosa capitale della transumanza.

Creata grazie al Ministro all’Agricoltura e Foreste Lorenzo Natali,  vuole ora trovare nuova vita  come polo agroalimentare dei prodotti di nicchia della montagna, e molto altro.

Un primo importante passo è stato compiuto in occasione della sessantesima edizione della Rassegna ovini, la storica manifestazione che si svolge annualmente a Campo Imperatore. Che a valle, ha avuto come momento topico l'inaugurazione, da parte del sottosegretario della presidenza del Consiglio dei Ministri, con delega alle ricostruzioni post-sismiche, Vito Crimi, del Museo della transumanza, ricavato in una sezione dell'immensa struttura e dotato  di un auditorium da 200 posti.

A segnare la giornata la consegna dei premi Verga d'argento, a 22 pastori del Gran Sasso, e varie personalità politiche, la presentazione del libro "Pastori d'Abruzzo", a firma di Monica Pelliccione, per quel che riguarda i testi, di Agostino Di Domizio e Fabio Ballone, per le splendide fotografie. E infine il concerto dell'Officina musicale, diretta dal maestro Orazio Tuccella, che ha reinterpretato e arrangiato in modo sublime gli universi sonori dei Pink Floyd.

Per sottrarre all'abbandono i 6mila metri quadrati di ex-stalle, occorre però per prima cosa rimuovere i tetti in eternit, realizzati quando non si conoscevano i pericoli per l'ambiente e la salute, rappresentato da questo pur versatile ed economico materiale. Un'operazione nell’ordine delle centinaia di migliaia di euro.

Ma a non demordere è in primis il sindaco di Castel del Monte Luciano Mucciante. 

'L'Azienda San Marco ha rappresentato per il territorio, e per tanti nostri pastori una ricchezza e un supporto. Ci lavorano una decina di persone, erano allevate 3 mila pecore. Qui è stata selezionata e salvaguardata la Gentile di Puglia, quella della transumanza,  adatta alle aree montane, in via di estinzione". 

Poi è arrivata la spending rewiev, l’integralismo del pareggio in bilancio, la fregola dei tagli ai costi della pubblica amministrazione, anche quelli giustificati da un'idea di Paese e di sviluppo. Si è  consolidato, al di là della retorica da convegno e  il crescente disinteresse per le aree interne in via di spopolamento, e con troppi pochi elettori per avere peso nelle decisioni della politica  che come baricentro ha la città e le pianure industrializzate. E così anche  gli allevamenti di Stato di Castel Del Monte sono sonotati smantellati, come pure il centro di ricerca, in collaborazione con l'Istituto zooprofilattico di Teramo, e l’Università dell’Aquila.

Nel frattempo però era partito il progetto del Museo della Transumanza e del centro polivalente, nel lontano 2004, incagliato a seguito del sisma 2009. Da poco completato con la realizzazione degli impianti e degli arredi, ad un costo complessivo di 800 mila euro.. La vera sfida inizia però ora. 

"L'ostacolo maggiore - spiega ancora Mucciante  -  é  rappresentato dalla rimozione delle coperture in amianto, che ha un costo enorme. Ma può essere considerato anche un investimento, se si decidesse di sostituirle con pannelli fotovoltaici. Ci siamo fatti due conti, il guadagno, dal sesto anno, ammortizzato l'investimento, potrebbe ammontare a 150 mila euro l'anno". 

"In questo immenso spazio - continua a sognare il sindaco  - si potrebbero fare molte cose, un centro di ricerca, come quello che c'era, in sinergia con le università, focalizzato sulle produzioni agricole di nicchia, fattorie didattiche, stage universitari, punti vendita, caseifici all'avanguardia. Coinvolgendo in primis i nostri pastori, allevatori e agricoltori. Sarebbe un attrattore turistico formidabile, che si aggiungerebbe a quelli che già ci sono".

Un  attrattore nel segno dell'innovazione e del progresso che rappresentò la transumanza, regolamentata e organizzata, ai tempi degli aragonesi, e raccontata in endecasillabi dal poeta e pastore Francesco Giuliani di Castel del Monte. Prova non più vivente, che queste montagne hanno espresso una grande civiltà, e possono tornare a farlo. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui