Notice: Use of undefined constant HTTP_X_REAL_IP - assumed 'HTTP_X_REAL_IP' in /var/www/abruzzoweb.it/app/controllers/notizie/notizia.php on line 25 PREMIO OVIDIO SULMONA: CIRILLI, ''ECCO COME STANNO LE COSE'' Abruzzo Web Quotidiano on line per l'Abruzzo. Notizie, politica, sport, attualitá.
  • Abruzzoweb sponsor

PREMIO OVIDIO SULMONA: CIRILLI, ''ECCO COME STANNO LE COSE''

Pubblicazione: 22 agosto 2019 alle ore 16:01

SULMONA - "Ecco come stanno veramente le cose".

Lo showman sulmonese Gabriele Cirilli interviene ancora una volta per chiarire alcuni aspetti che hanno generato non poche polemiche in merito al mancato pagamento per la sa performance al Premio d'amorosi sensi Ovidio, che si è svolto davanti a 5 mila persone, nell'agosto 2018.

E spiega: "Il Premio Ovidio 2019 non ha più avuto luogo perché con grande amarezza sono spariti tutti coloro che avevano promesso il sostegno economico e morale a partire dal sindaco di Sulmona fino ai presidenti delle fondazioni sponsor dell'evento". 

"Vorrei qui informare chi vorrebbe smertirmi che ho le prove di quanto affermo, che mostrerò nelle sedi opportune. Preciso anche che per 'Il Premio Ovidio 2018' avevo un accordo professionale ed economico esclusivamente con l'organizzazione Associazione Insieme Semplicemente, che consisteva nella retribuzione del mio compenso che ad oggi non mi è stato riconosciuto. Non ho mai detto pertanto e mai lo farò, anche alla luce di quanto su riportato, che a non pagarmi sono stati il comune di Sulmona o le fondazioni: lo ribadisco qui fortemente e nuovamente, non ho ricevuto i soldi dall'organizzatore".

Ma nei giorni scorsi, appena esploso il caso, l’associazione Insieme Semplicemente,  organizzatrice dell'evento, con il presidente Anselmo Colarossi ha spiegato che "i fondi della Fondazione Carispaq sono stati regolarmente erogati (6,5 mila euro), così come quelli del Comune (3 mila euro). E noi come associazione organizzatrice, la Metamorphosis ha sostenuto con patrocinio gratuito non essendo ente erogatore abbiamo provveduto a pagare i rimborsi spese dei collaboratori di Cirilli e le spese di gestione (service luci e audio, ecc). Il cachet di Cirilli non era previsto".

Nulla di più falso, aveva ribattutp a sua volta Cirilli, relativamente al suo cachet: "Nel prospetto era stabilito un compenso per il sottoscritto del tutto al di sotto del mio normale cachet e decisamente inadeguato a coprire quattro mesi di lavoro oltre ai viaggi con accompagnatori a mie spese Monza-Sulmona per almeno tre volte e, antipatico da ripetere ma importante tener presente, ad oggi io non ho ricevuto neanche quel minimo compenso pattuito. Oltre il danno anche la beffa".

E ancora: "A parole ho avuto subito il sostegno di coloro che mi avevano proposto come testimonial e che avevano richiesto lo spettacolo garantendomi la continuità del progetto. Invece sono stato subito da questi abbandonato. Davanti a 5.000 persone proprio uno dei presidenti di una delle due Fondazioni è addirittura salito sul palco strabiliato dalla vista di tanto pubblico e ha annunciato la terza edizione garantendo il sostegno economico della sua Fondazione per gli eventi futuri- continua Cirilli- questo stesso sostegno sempre dalla stessa persona era già stato assicurato in conferenza stampa e lo stesso aveva fatto il sindaco". Cirili ribadisce poi che non si esibirà più nella sua città". 

E' intervenuta infine anche il sindaco Annamaria Casini, anche amica personale dell’artista.

"E’ con grande stupore che leggo le dichiarazioni dell’artista amico Gabriele Cirilli in merito al Premio Ovidio 2018. A tale riguardo è mio dovere precisare che il Comune di Sulmona ed io personalmente accolsi con entusiasmo a primavera dello scorso anno il progetto artistico di Gabriele partecipando alla realizzazione dell’evento con il patrocinio ed un contributo concordato di 3000 euro, che è stato regolarmente erogato entro il 2018 all’associazione di volontariato Insieme Semplicemente che ha organizzato l’evento al fianco dell’artista – precisa il sindaco – Gabriele Cirilli aveva molto a cuore la realizzazione dello spettacolo con l’obiettivo di valorizzare Sulmona e l’intero Abruzzo intorno alla figura di Ovidio facendo leva sulla sua notorietà e quella di personaggi di cui solo lui poteva assicurare la presenza, oltre le dinamiche di mercato. E’stato un progetto d’amore e di amicizia che ha sortito un grande successo".

"Considerato che Sulmona di tutto ha bisogno fuorché di ulteriore gratuita acredine, spero di cuore che il tutto venga chiarito al più presto – conclude Casini – pertanto invito Gabriele di cui conosco la professionalità e correttezza ad esplicitare con chiarezza se ci sono stati impegni economici non onorati in modo preciso e circostanziato per fugar"e ogni equivoco e strumentalizzazione sia sul progetto che su quest’amministrazione che, in un momento di grande difficoltà ha fatto il possibile per la buona riuscita dell’evento".



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

SULMONA: BUFERA SU MANCATO PAGAMENTO CACHET A GABRIELE CIRILLI

SULMONA - A Sulmona è bufera  a seguito della denuncia dello showman sulmonese Gabriele Cirilli, in merito al mancato pagamento per la sa performance al Premio d'amorosi sensi Ovidio, che si è svolto davanti a 5... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui