Notice: Use of undefined constant HTTP_X_REAL_IP - assumed 'HTTP_X_REAL_IP' in /var/www/abruzzoweb.it/app/controllers/notizie/notizia.php on line 25 REGIONE: ''AMBULANZA IN GIRO CON VETRO ROTTO'', ''SOSTITUIVA MEZZO SENZA FARI'' Abruzzo Web Quotidiano on line per l'Abruzzo. Notizie, politica, sport, attualitá.
  • Abruzzoweb sponsor

CASO EMERSO IN CONSIGLIO REGIONALE CON INTERPELLANZA DI PETTINARI, ''GRAVISSIMO, E ESPONENTI CENTRODESTRA MI HANNO INSULTATO SU FB QUANDO L'HO SEGNALATO''; REPLICA L'ASSESSORE VERI', ''AVVIEREMO VERIFICA SU QUANTO ACCADUTO''; CONSIGLIERI POPOLI, ''NESSUN

REGIONE: ''AMBULANZA IN GIRO CON VETRO ROTTO'', ''SOSTITUIVA MEZZO SENZA FARI''

Pubblicazione: 25 luglio 2019 alle ore 06:45

L'AQUILA - Un'ambulanza, in servizio al pronto soccorso di Popoli, in provincia di Pescara, va in giro con un vetro rotto, con i pericoli che conseguono. Ma non si poteva fare altrimenti: doveva sostituire un altro mezzo che aveva i fari rotti, e dunque era anche peggio...

La poco edificante vicenda è emersa nel corso del consiglio regionale di martedì, a seguito di un'interpellanza del consigliere regionale del Movimento 5 stelle Domenico Pettinari, e della conseguente risposta dell'assessore alla Sanità, Nicoletta Verì, della Lega.

Un episodio che riporta l'attenzione sui problemi del sistema sanitario regionale, anche sul versante del parco mezzi, che si aggiungono a quelli ben noti delle liste di attesa, della mancanza di personale, e del rischio di ridimensionamento della rete di assistenza nelle aree periferiche e montane.

Pettinari aveva già postato sui social la foto dell'ambulanza con il vetro rotto, ricevendo in cambio come ha denunciato in aula, gli insulti di esponenti politici del centrodestra di Popoli. Ma viene smentito dai coinsiglieri  di Popoli Mario Lattanzio Vanessa Combattelli.

"Io non avrei voluto portare questa discussione in consiglio, ma ho deciso di farlo dopo aver subìto gli insulti da alcuni personaggi, che invece avrebbero dovuto ringraziarmi. Io mi sono infatti limitato a segnalare il vergognoso episodio di un'ambulanza con i vetri spaccati che era stata messa su strada, e che prestava servizio d'emergenza, per di più con un nastro adesivo che avvolge parte della carrozzeria".

Pettinari annuncia dunque di interessare l'autorità giudiziaria, e invita la Regione a fare intanto la sua parte. 

"Mi rendo conto che voi non è che potete sapere tutto, e controllare tutto, ma se vi arriva una segnalazione, come in questo caso, avete il dovere di fare chiarezza, ed eventualmente attivare un procedimento disciplinare, nei confronti di chi ha disposto che quell'ambulanza potesse prestare  servizio di emergenza sulla strada pretendo che venga individuata la catena di comando".

Nella sua breve risposta l'assessore Verì ha spiegato che "da quanto ieri tempestivamente mi è stato riferito dalla direzione del dipartimento competente, quella ambulanza  stava sostituendo  un'altra ambulanza in riparazione per un problema di luci". 

Risposta che ha provocato borbottii e ilarità in aula. 

Verì ha comunque annunciato che "avvieremo una verifica su quanto accaduto. Comunque, ripeto, si è trattata di una situazione emergenziale, in attesa che entri a breve in servizio un mezzo 4 x 4, destinato proprio nelle zone disagiate nelle zone di montagna,  come è il territorio di Popoli".

A smentire Pettinari, in menrito alle offese ricevute, i consiglieri comunali di Popoli Mario Lattanzio e Vanessa Combattelli.

"Stando ad alcune testate online, nell'ultima seduta a Palazzo dell'Emiciclo il consigliere regionale ci attribuisce la colpa di averlo insultato sulla vicenda relativa ad un'ambulanza, portando simili affermazioni nella sede istituzionale.

Offendere i nostri avversari è quanto di più lontano ci sia dal nostro modo di fare politica e vivere la vita amministrativa. Nessuno, in questi anni, ha mai potuto avanzare contro di noi accuse simili perché abbiamo sempre rispettato chiunque, preferendo argomentare e rispondere nei contenuti piuttosto che ridurci ad insultare.

Dobbiamo portare anche rispetto a noi stessi, specificando che le parole, attribuite presumibilmente alla consigliere Combattelli, non contengono alcuna offesa o insulto personale, ma richiamano alla responsabilità politica e alla necessità di far chiarezza, senza allarmare i membri di una comunità già vessata. Siamo sicuri che il consigliere regionale rettificherà quanto riportato dalle testate interessate."



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui