Notice: Use of undefined constant HTTP_X_REAL_IP - assumed 'HTTP_X_REAL_IP' in /var/www/abruzzoweb.it/app/controllers/notizie/notizia.php on line 25 SISMA 2016, L'ALLARME DEGLI ARCHITETTI: 'PROROGA PER LE CASE B' Abruzzo Web Quotidiano on line per l'Abruzzo. Notizie, politica, sport, attualitá.
  • Abruzzoweb sponsor

IL PRESIDENTE DI MARCELLO: 'MOLTI EDIFICI RISCHIANO DI RESTARE SENZA FONDI'

SISMA 2016, L'ALLARME DEGLI ARCHITETTI: 'PROROGA PER LE CASE B'

Pubblicazione: 24 giugno 2019 alle ore 09:52

Raffaele Di Marcello

Il termine per il contributo della ricostruzione degli edifici "B" scade il prossimo 30 giugno. Senza una proroga migliaia di edifici danneggiati dal sisma a causa delle scosse del 2016-2017, rischiano di non ricevere i fondi.

TERAMO - "Occorre, subito, una proroga per la ricostruzione "leggera", dato che  il termine di scadenza al 31 dicembre 2018, per la richiesta di  contributo di ricostruzione per gli edifici danneggiati dal sisma e classificati con danni lievi, “esito B”, già previsto dalla L. n. 205 del 27 Dicembre 2017 art. 1 co. 1120, lett. “a”, è stato prorogato alla data del 30 Giugno 2019 con D.L. n. 61 del 25 luglio 2018, art. n. 1, co. 2 bis". Lo afferma il presidente dell'Ordine degli Architetti Ppc della provincia di Teramo, Raffaele Di Marcello.

"Tale termine è stato indicato come perentorio e, quindi, c'è il rischio che non ci siano proroghe - avverte Di Marcello - ma sono pochissime le pratiche presentate, anche a causa di incertezze normative e, quindi, è necessario portare la scadenza almeno al 31 dicembre prossimo".

Ma il presidente dell'Ordine lancia un altro appello: "Leggiamo di soggetti che, probabilmente in buona fede, affermano di avere la soluzione per la velocizzazione delle procedure e di altri che continuano ad addossare presunte colpe ai tecnici, che non presenterebbero pratiche corrette o non presenterebbero le integrazioni richieste. Credo che, in questo momento, non ci sia bisogno di estemporanee prese di posizione o ricette improbabili, che dimostrano, tra l'altro, di ignorare il lungo e continuo lavoro che le istituzioni, Ordini e Collegi professionali in primis, hanno svolto e stanno svolgendo a tutti i livelli, partecipando a tavoli di lavoro nazionali, regionali e locali; organizzando, insieme ad Ance, momenti formativi per i tecnici; avanzando proposte normative ed operative."

"Siamo vicini - continua l'architetto Di Marcello - ai sindaci del cratere e a tutte le istituzioni, e continueremo a supportarle, pur nella schiettezza dei rapporti che, ad oggi, ha contraddistinto gli enti ordinistici. Solo uniti si riusciranno a superare le criticità che, da quasi tre anni, caratterizzano la ricostruzione e che, purtroppo, ancora permangono. Invitiamo, quindi, chiunque voglia collaborare a riportare la propria azione nell'ambito istituzionale, evitando spettacolarizzazioni utili solo a dare brevi momenti di notorietà a singoli soggetti."

"Chiediamo, inoltre, a sindaci, al presidente della Provincia e al Governatore della Regione Abruzzo - conclude il Presidente degli Architetti - pur mantenendo alta l'attenzione sulla ricostruzione, di andare oltre la fase emergenziale portando avanti azioni strutturali per la rinascita dei territori dei crateri sismici 2009/2016, puntando al coordinamento delle attività post sisma e della pianificazione ordinaria. Occorre una strategia non solo per la ricostruzione ma per riportare vita e attività in Abruzzo e, in particolare, in tutti i Comuni della provincia di Teramo. I tecnici sono, come sempre, a disposizione, sia nell'emergenza che nella quotidianità; sta alla politica utilizzare, o meno, le nostre competenze."



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui