Notice: Use of undefined constant HTTP_X_REAL_IP - assumed 'HTTP_X_REAL_IP' in /var/www/abruzzoweb.it/app/controllers/notizie/notizia.php on line 25 TASSE POST-SISMA: PEZZOPANE, ''PROROGA FINO A FINE ANNO PER CRATERE 2009 IN DECRETO'' Abruzzo Web Quotidiano on line per l'Abruzzo. Notizie, politica, sport, attualitá.
  • Abruzzoweb sponsor

TASSE POST-SISMA: PEZZOPANE, ''PROROGA FINO A FINE ANNO PER CRATERE 2009 IN DECRETO''

Pubblicazione: 26 luglio 2018 alle ore 08:04

L'AQUILA - Il Governo nazionale ha inserito nel decreto "milleproroghe" una ulteriore proroga, questa volta fino alla fine dell'anno, in merito alla questione della restituzione delle tasse sospese per 18 mesi dopo il terremoto del 2009 a imprenditori e imprese richieste dalla Commissione europea che ha considerato la sospensione aiuti di Stato.

Lo rende noto l'onorevole del Partito democratico Stefania Pezzopane.

Nel documento si parla di 300 giorni di proroga dal 9 marzo scorso, data in cui sono state notificate agli interessati le cartelle esattoriali con cui si richiedono le somme, complessivamente circa 100 milioni di euro.

Una proroga era stata concessa dal precedente Governo, l'ultima dall'attuale, fino al 23 settembre, ora la proposta fino alla fine dell'anno per risolvere definitivamente la vicenda attivando un'interlocuzione con la Commissione europea.

Il nuovo termine fissa la data entro la quale imprese e partite iva devono consegnare le perizie per dimostrare i danni da scalare alla restituzione totale.

Pezzopane esprime "soddisfazione" e considera la proposta "una buona notizia che considero una vittoria".

"Il Governo ha accolto la proposta da me fatta in Aula, in Commissione ambiente e ribadita ieri in conferenza stampa. Vista la mancata approvazione degli emendamenti su restituzione tasse sospese terremoto 2009, il governo è costretto a fare una ulteriore proroga della proroga della proroga. Ora bisogna, nel tempo dato, risolvere la questione nel merito per salvare le imprese da un grave errore del governo Berlusconi purtroppo non ancora risolto dai governi successivi - conclude il deputato - Sulla questione il territorio è mobilitato perché la restituzione comporterebbe la chiusura di aziende e perdita di posti di lavoro.

A queste dichiarazioni replica in una nota il deputato aquilano della Lega, Luigi D'Eramo: "Siamo alla follia: la senatrice del Pd Stefania Pezzopane riesce persino ad intestarsi meriti non suoi. L’unico grazie, per l’ulteriore proroga a fine anno delle incombenze relative alla restituzione delle tasse non versate dopo il sisma, va detto al governo nazionale che, assolutamente in maniera autonoma, rispettando la parola data al territorio nel corso della riunione con il sottosegretario della Lega Giancarlo Giorgetti, ha deciso di concedere un ulteriore lasso di tempo alle imprese e all’interlocuzione con l’Europa".

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

TASSE POST-SISMA: D'ERAMO (LEGA), ''DA PEZZOPANE GRAVE SPECULAZIONE POLITICA''

L’AQUILA - "Siamo alla follia: la senatrice del Pd Stefania Pezzopane riesce persino ad intestarsi meriti non suoi. L’unico grazie, per l’ulteriore proroga a fine anno delle incombenze relative alla restituzione delle tasse non versate dopo... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui