Notice: Use of undefined constant HTTP_X_REAL_IP - assumed 'HTTP_X_REAL_IP' in /var/www/abruzzoweb.it/app/controllers/notizie/notizia.php on line 25 TERAMO: GIUNTA COMUNALE DICE NO AL DECRETO SICUREZZA E IMMIGRAZIONE Abruzzo Web Quotidiano on line per l'Abruzzo. Notizie, politica, sport, attualitá.

TERAMO: GIUNTA COMUNALE DICE NO AL DECRETO SICUREZZA E IMMIGRAZIONE

Pubblicazione: 08 novembre 2018 alle ore 17:54

TERAMO - La  Giunta comunale di Teramo dice no al Decreto immigrazione e sicurezza di Matteo Salvini.

Con uno specifico atto l’amministrazione ha deliberato di chiedere al Ministero dell’Interno e al Governo di "sospendere in via transitoria fino alla conclusione dell’iter parlamentare" gli effetti dell’applicazione del decreto Legge Salvini e aprire un confronto con le città italiane per valutare le ricadute concrete del provvedimento in termini economici, sociali e di sicurezza dei territori.

La delibera afferma che "con l’approvazione del Decreto saranno vanificati gli sforzi fatti per arrivare a una equilibrata distribuzione delle persone accolte su tutto il territorio regionale e il lavoro fatto dallo Sprar". 

Nell’atto si ricorda che il Comune di Teramo "ha messo in campo efficaci azioni volte all'implementazione di una solida  e diffusa rete di accoglienza Sprar e a una distribuzione equa e sostenibile delle persone accolte. In merito al Progetto Territoriale Sprar il cui Ente Titolare è il Comune di Teramo, precisiamo: il Progetto Sprar di Teramo accoglie 100 uomini singoli; nel Progetto Sprar di Teramo non è prevista l'accoglienza per i nuclei familiari, per Msna e per soggetti vulnerabili. 

"In merito a quest'ultima categoria, pur non prevedendo specifici posti per i vulnerabili, essendo la vulnerabilità una condizione fisica e/o psicologica che tende ad emergere o a manifestarsi anche in un periodo successivo all'arrivo presso lo Sprar, in considerazione dei limitati posti ad hoc presenti a livello nazionale, il beneficiario portatore di specifiche esigenze psico-sanitarie resta comunque in accoglienza presso il Progetto". 

"L’Anci nazionale ha stimato in 280 milioni di euro i costi amministrativi che ricadranno sui Servizi sanitari territoriali e dei comuni, in conseguenza delle previsioni del Decreto in questione, per l’assistenza ai soggetti vulnerabili, oggi a carico del sistema nazionale; costi che proporzionalmente per Teramo corrispondono a 4 milioni di euro".



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2018 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui