Notice: Use of undefined constant HTTP_X_REAL_IP - assumed 'HTTP_X_REAL_IP' in /var/www/abruzzoweb.it/app/controllers/notizie/notizia.php on line 25 UNIVAQ: VERTICE LETTA-SCARONI, CENTRO ENI AVVOLTO NEI MISTERI Abruzzo Web Quotidiano on line per l'Abruzzo. Notizie, politica, sport, attualitá.
  • Abruzzoweb sponsor

NESSUNA INFORMAZIONE, POCA CHIAREZZA, UN FINALE ANCORA INCERTO

UNIVAQ: VERTICE LETTA-SCARONI, CENTRO ENI AVVOLTO NEI MISTERI

Pubblicazione: 07 giugno 2012 alle ore 13:52

Paolo Scaroni, Ferdinando Di Orio, Gianni Letta e Massimo Cialente
di

L’AQUILA - Continuano le trattative sotterranee per sbloccare e riavviare la vicenda del centro di ricerche che l’Eni dovrebbe realizzare all’Aquila in favore dell’Ateneo.

AbruzzoWeb è venuto a conoscenza che ieri a Roma c’è stato un incontro interlocutorio tra l’amministratore delegato del gruppo, Paolo Scaroni, e l’ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta, che si sta occupando della vicenda anche se non si sa bene a quale titolo, non avendo più incarichi istituzionali.

Da quanto si è appreso, il vertice c’è stato in Largo del Nazzareno, nella sede di Mediaset dove il braccio destro di Silvio Berlusconi ha a disposizione un intero piano di rappresentanza.

Incerto l’esito dell’incontro, del quale si sanno solo poche indiscrezioni emerse direttamente all’interno del Biscione.

Quello che è certo è che Letta ha chiamato Scaroni, nominato proprio durante il governo Berlusconi di cui faceva parte, per perorare la causa della salvezza del progetto da 12 milioni di euro per l'università che l’ad ha deciso di depennare dopo la scadenza della convenzione al termine di tre anni di vana attesa.

Sembra invece smentita l’ipotesi di una proroga di 30 giorni sulla convenzione come paventato da alcuni protagonisti, per esempio dal sindaco del capoluogo, Massimo Cialente.

Proprio con quest’ultimo, comunque, Scaroni sembra disposto a parlare di nuovi progetti, posizione già espressa in una stringata missiva al rettore, Ferdinando Di Orio, una posizione che ha mantenuto ben salda nonostante il buon rapporto con Letta.

In ogni caso su questa vicenda continua ad aleggiare un velo di mistero, con poca trasparenza e poca chiarezza da parte di tutti.

Non ci sono comunicazioni ufficiali da parte di nessuno dei protagonisti coinvolti su un progetto che dovrebbe essere strategico per la città.

E invece l'Eni, interpellata per un’intervista, non ha ancora risposto.

Quanto a Di Orio, rintracciato telefonicamente, ha tagliato corto: “Novità su Casale Calore? Assolutamente nulla”.

Letta, poi, lo ha detto proprio esplicitamente, sorpreso dalla telecamera di questo giornale, nel corso della cena segreta svelata da AbruzzoWeb: “lasciateci lavorare, parlerò dopo”.

Ma la città avrebbe il diritto di sapere già ora che succede.

E balla sempre il dubbio, nel caso in cui il progetto Eni non vada in porto, su quale sarebbe il destino di un’area a destinazione agricola da oltre 60 mila metri quadrati che il Comune ha reso edificabile con una cubatura imponente.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI:

CENA SEGRETA CENTRO ENI: LETTA MUTO NON CHIARISCE I SUOI MISTERI

di Alberto Orsini
L'AQUILA - Una riunione carbonara in uno dei più tradizionali locali dell'Aquila, l'osteria delle Antiche Mura, per decidere come riavviare il defunto progetto Casale Calore. Quella che AbruzzoWeb documenta in esclusiva è una cena che si incastona... (continua) - VIDEO  

UNIVAQ: CENTRO ENI; OPPOSITORI, ''SI FACCIA MA NON A CASALE CALORE''

di Alberto Orsini
L’AQUILA - “Sì al centro Eni, no a Casale Calore”. Questa frase del professor Pierluigi Beomonte Zobel riassume bene la posizione degli oppositori della governance dell’Università dell’Aquila e del rettore Ferdinando Di Orio sull’intricata vicenda che si... (continua) - VIDEO  

UNIVAQ: CENTRO ENI; VISCONTI, ''UNA CLASSE DIRIGENTE IGNORANTE''

L'AQUILA - Una classe dirigente "assolutamente ignorante di ricerca scientifica" getta al vento occasioni come il Centro di ricerca Eni. Questa la tesi amara del prof Guido Visconti dell'Università dell'Aquila che in una lettera aperta torna a... (continua)

ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2019 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui